Si terrà martedì 3 Maggio p.v. alle ore 21, presso la sala dei Comuni della Provincia, via Fanfulla, 14 – Lodi, l'incontro pubblico sulla realizzazione dell'impianto di stoccaggio gas, da parte della Società ITAL GAS STORAGE, nel Comune di Cornegliano Laudense.

"Da quando ci siamo insediati – dichiara Mauro Soldati, Presidente della Provincia – non siamo certo stati a guardare e oltre alla stipula tra le amministrazioni coinvolte di un protocollo d'intesa sulla sicurezza, al coinvolgimento e al confronto con il Comitato e all'avvio del tavolo di lavoro presso la Prefettura, abbiamo sempre evidenziato la necessità di fornire tutte le informazioni possibili alla cittadinanza".

"Per queste ragioni – continua Soldati – d'intesa con i Comuni coinvolti, oltre a lavorare sui temi della sicurezza, abbiamo raccolto l'istanza che ci è stata indirizzata, organizzare un altro momento di incontro anche con la Società, con l'obiettivo di dar vita ad un confronto sui dubbi e le richieste di chiarimento che potranno giungere dalla cittadinanza e delle stesse istituzioni".

La serata vedrà l'apertura dei lavori con un'introduzione da parte del Presidente Soldati, dopodiché spetterà ai relatori prendere la parola. Al tavolo saranno presenti i rappresentanti della società Ital Gas Storage e l'Ing. Liliana Panei, Dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Nazionale per le Risorse Minerarie ed Energetiche.

Al termine della prima parte dedicata ai relatori, si aprirà la sessione di domande di chi vorrà intervenire secondo una modalità che garantisca un dibattito ordinato, che sarà moderato dal giornalista de "Il Cittadino" Lorenzo Rinaldi.

"In mezzo alle tante polemiche che si animano intorno a questa vicenda, l'importante è aver acquisito la disponibilità della società al confronto e la condivisione sulla modalità di organizzazione dell'appuntamento da parte di tutti i soggetti coinvolti. L'incontro non ha l'ambizione di mettere la parola fine al dibattito, ma di sicuro – conclude Soldati - è l'occasione per avere chiare risposte da Ital Gas Storage, che si è resa disponibile per un confronto aperto e trasparente con la cittadinanza".