L'impianto di Ital Gas Storage in corso di realizzazione si basa sulla conversione del giacimento di gas naturale situato nel sottosuolo in corrispondenza principalmente del Comune di Cornegliano Laudense.

Il nuovo impianto, che si trova in Nord Italia ed è realizzato utilizzando le migliori tecnologie a disposizione e in ottemperanza alle stringenti normative di sicurezza applicate, sarà collegato alla rete dei gasdotti italiana attraverso lo snodo di Cervignano, uno dei più importanti punti della rete nazionale di trasporto di gas, dove confluiscono le grandi dorsali di importazione ed esportazione di gas.

Cenni storici

Cornegliano Laudense è un comune in provincia di Lodi con una storia antica. Qui hanno avuto luogo tante battaglie, fin dall'epoca romana e, successivamente, durante il periodo medioevale. Cornegliano Laudense è il paese in cui trovarono stabile dimora molte famiglie nobili romane, fuggite dalle rovine della Città Eterna messa a ferro e fuoco dai barbari invasori. In questi luoghi scoprirono da subito essere presente un'eccezionale fertilità del suolo, che ancora oggi rappresenta una delle risorse più rilevanti.

Negli anni '50 fu scoperto da Enrico Mattei a Cornegliano Laudense uno dei giacimenti di gas più importanti del sottosuolo italiano, che rappresenta oggi un pezzo significativo della nostra archeologia industriale. Mattei può essere considerato il padre di quella che ai tempi rappresentò una nuova forma di energia in Italia: il gas naturale. Grazie alla sua intuizione, il sogno di dare un nuovo impulso all'Italia divenne realtà, furono intensificate le perforazioni e si avviò la costruzione della rete di gasdotti per lo sfruttamento del gas metano.

Oggi Ital Gas Storage lavora per dare nuova vita al deposito di Cornegliano Laudense, destinato a diventare un impianto di primaria importanza a livello italiano ed europeo, grazie anche agli elevati standard ingegneristici e di sicurezza.